IMPOSTA UNICA COMUNALE

di Martedì, 26 Maggio 2015 - Ultima modifica: Mercoledì, 12 Agosto 2015
Immagine decorativa

L'Imposta Unica Comunale è stata istituita dall'art. 1, comma 639, della Legge n. 147 del 27 dicembre 2013. Essa si compone dell'imposta municipale propria (IMU), di natura patrimoniale, dovuta dal possessore di immobili, escluse le abitazioni principali, e di una componente riferita ai servizi, che si articola nel tributo per i servizi indivisibili (TASI), a carico sia del possessore che dell'utilizzatore dell'immobile, e nella tassa sui rifiuti (TARI), destinata a finanziare i costi del servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti, a carico dell'utilizzatore. Ai sensi dell’art. 1, comma 668, della citata  L. 147/2013, i Comuni che hanno realizzato sistemi di misurazione puntuale della quantità dei rifiuti conferiti al servizio pubblico possono applicare una tariffa avente natura corrispettiva (TIA) in luogo della TARI, la quale è applicata e riscossa dal soggetto affidatario del servizio in parola (Comunità della Valle di Sole). 

Con delibera n. 11 di data 20.05.2014, il Consiglio Comunale di Caldes ha approvato il regolamento per l'applicazione dell'imposta unica municipale (IUC) - Componente imposta municipale propria (IMU) e tributo per i servizi indivisibili (TASI)

Immagine decorativa

Oggetto del tributo per i servizi indivisibili: Il tributo per i servizi indivisibili (TASI) è collegato all’erogazione  da parte del comune di servizi rivolti alla collettività (per esempio la manutenzione delle strade, l’illuminazione pubblica) ed è disciplinato dall’articolo 1 commi dal 669 al 679 e commi dal 681 al 705 della Legge 27 dicembre 2013 n. 147 (Legge di Stabilità 2014) e ss.mm. nonché, per l’anno 2014, dall’art. 21 bis della L.P. 15 novembre 1993, n. 36, come introdotto dall’art. 4 della L.P. 22 aprile 2014, n.1.

Presupposto impositivo: Il tributo per i servizi indivisibili ha per presupposto impositivo il possesso o la detenzione a qualsiasi titolo di fabbricati, ivi compresa l’abitazione principale, e di aree  edificabili, come definiti ai sensi dell’imposta municipale propria, a eccezione, in ogni caso, dei terreni agricoli.

 Base imponibile: La base imponibile del tributo per i servizi indivisibili è quella prevista per l’applicazione dell’imposta municipale propria (IMU) di cui all’art. 13 del D.L. 6 dicembre 2011, n. 201, convertito con modificazioni dalla Legge 22 dicembre 2011, n. 214. Le unità immobiliari senza rendita, con categoria catastale F/3 e F/4, saranno valutate con la seguente formula: superficie lorda x valore al mq del terreno edificabile residenziale determinato con delibera del Consiglio Comunale; quest’ultimo stabilisce, ai sensi dell’art. 52 del D.Lgs. 446/97, i valori da utilizzare ai fini del potere di accertamento, v. art. 9 comma 6 del Regolamento I.U.C. approvato con deliberazione consiliare n. 11 del 20.05.2014.

 Soggetti passivi: La TASI è dovuta da chiunque possieda o detenga a qualsiasi titolo gli immobili di cui all’art. 7 del  Regolamento per la disciplina dell’Imposta Unica Comunale (I.U.C.).

Per ulteriori informazioni si rinvia al Regolamento per la disciplina dell’Imposta Unica Comunale (I.U.C.) approvato con deliberazione consiliare n. 11 del 20.05.2014, articoli dal n. 1 al n. 4, dal n. 18 al n. 28 e dal n. 33 al n. 38 e alla deliberazione n. 12 del Consiglio comunale di data 20.05.2014 riguardante l'approvazione delle aliquote della IUC per l'anno 2014 relative alla componente IMU e TASI.

Immagine decorativa

IMUP

Il Comune di Caldes non ha variato le aliquote IMUP per il 2014:

4‰ per le abitazioni principali categorie catastali A/1, A/8, A/9 e per una pertinenza in ciascuna delle categorie catastali C2, C6 e C7;

7,6‰ sugli altri immobili;

4,6‰ per mille per i fabbricati concessi in uso gratuito ai parenti in linea retta entro il primo grado i quali adibiscono l’immobile ad abitazione principale. Dall’aliquota ridotta sono escluse le pertinenze.

L'imposta potrà essere pagata in due rate, il 16 giugno l'acconto e il 16 dicembre il saldo e si verserà con modello F24.

Particolarità

Per i fabbricati costruiti e destinati dall’impresa costruttrice alla vendita (beni merce), fintanto che permanga tale destinazione e non siano in ogni caso locati, l’imposta non è dovuta. Il contribuente che beneficia della disposizione dovrà presentare la dichiarazione di legge.

E’ riservata allo Stato la quota di gettito IMUP derivante dagli immobili ad uso produttivo classificati nel gruppo catastale D, calcolato ad aliquota standard del 7,6‰; tale riserva non si applica agli immobili ad uso produttivo classificati nel gruppo catastale D posseduti dal Comune e che insistono sul proprio territorio.

Per approfondimenti si rimanda alla lettura del Regolamento IUC approvato con delibera consiliare n. 11 di data 20.05.2014 e della delibera consiliare n. 12 del 20.05.2014. I provvedimenti sono disponibili sul sito del Comune di Caldes.